image
  • ITALIAN JET SHOW 2017:

    Reportage completo sul n°. 147.
  • Piaggio P.6 Ter:

    la riproduzione di un ricognitore italiano del 1928. Articolo sul n° 146.
  • Cobra:

    un tuttala dalle linee e dalle prestazioni fuori dal comune. Tutta la storia nel n° 146.
  • Grumman F4F-3 Wildcat:

    un caccia leggendario in scala 1:5 su Modellismo 146.
  • MONTE CUCCO INTERNATIONAL SLOPE MEETING:

    sette fantastici giorni di volo in pendio. Servizio sul n° 143.
  • HORIZON AIRMEET 2016:

    la più straordinaria manifestazione del 2016. Modelli ed aeroplani eccezionali tutti assieme per due giornate indimenticabili. Prossimamente reportage sul n° 144.
  • RETROPLANE 2016:

    il più importante ed esclusivo raduno per le riproduzioni di alianti vintage, finalmente in Italia. Reportage sul n° 143.
> <
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Edizione Digitale 149

20170908 149
Da oggi va in distribuzione il n° 149 di Modellismo e naturalmente anche la versione digitale è disponibile per gli abbonati nell’area loro riservata. Un numero più estivo che autunnale dato che l’accento è soprattutto su alcuni dei più importanti eventi di quest’estate a partire dalla Segelflugmesse, la fiera degli alianti RC (ma non solo…) in Germania, il meeting internazionale di Monte Cucco ed altri importanti incontri nazionali sotto l’egida dell’intrigantissimo Aero Club, ma anche (e soprattutto) no. Troverete tutti i dettagli nel sommario, dove potrete scoprire anche gli altri articoli di questo numero: la sequenza costruttiva dell’incredibile "Nitra 3" di Vincent Besancon (il disegno, se vi regge il cuore, è in archivio), la prima parte di una serie di tre articoli dedicati agli aspiranti riproduzionisti, il test del bel "Messerschmitt M-35" di Pichler, una visita alla FW Models, uno dei migliori produttori di alianti all-fiber del momento, un bell’articolo sul volo a propulsione umana, la terza puntata della “Meccanica del volo" dedicata al turbogetto e tutte le altre consuete rubriche. Buona lettura e a presto!

Edizione Digitale 148

20170725 Falco 148
Da oggi è in distribuzione il numero 148 di Modellismo, il classico numero estivo da sfogliare in relax e sotto l’ombrellone.  E da leggere, anche questa volta c’è davvero moltissimo; talmente tanto che io, reduce dalla Segelflugmesse in Germania e con la testa ancora piena di alianti bellissimi, proprio non ce la faccio a concentrarmi sulla descrizione dei singoli articoli. Scopriteli voi cliccando sulla copertina e andando dritti al sommario.
Cito solo, per doveroso rispetto verso questo magnifico uccello, l’articolo che Gabriele Tacchi ha dedicato ai falchi della Società Pavese di Ornitologia che vengono addestrati alla caccia e alla cattura della preda in un modo inconsueto, ma estremamente efficace, ovvero utilizzando dei gommoli appositamente preparati allo scopo. Da leggere assolutamente. Come tutto il resto, ovviamente.

Edizione Digitale 147

ediazione digitale 147

Real airplanes, have two wings and round engines: “I veri aeroplani hanno due ali e motori radiali”. Questo è il motto degli irriducibili del biplano, una macchina volante che ancora oggi, ad oltre un secolo dai primi esemplari, fa innamorare piloti e aeromodellisti. Neppure noi facciamo eccezione e quindi abbiamo voluto dedicare un numero in special modo ai biplani. Si comincia con la storia della costruzione del Pitts Model 12 del povero Filippo Roncucci, a tutti gli effetti un modello in scala 1:1, per proseguire con una bella monografia sul leggendario Pitts Special al quale abbiamo anche voluto dedicare la copertina. Non poteva mancare un interessantissimo articolo tecnico sulle peculiarità aerodinamiche di queste macchine con utilissimi suggerimenti per progettisti e costruttori. A chiudere la parentesi biplanistica arriva il magnifico Sopwith Pup di Paolo Cascarano. Per gli amanti del volo silenzioso, questa volta abbiamo un bellissimo Spatz in scala 1:3,5 ed un articolo di attualità sulle ultime novità nel campo del volo silenzioso da competizione, mentre la “jet generation” si potrà beare delle magnifiche foto di Nicola Fasoli all'Italian Jet Show e farsi una cultura con la prima parte della rubrica sulla meccanica del volo dedicata ai motori a reazione. Per i nostalgici, infine, un articolo sul “Cobra 7” un modello da F2B dei primi anni '90 derivato dal famoso “Cobra” di Steve Wooley. A chiudere, oltre alle consuete rubriche, le due puntate conclusive dedicate alla programmazione della radio ed alla costruzione di un multicottero da record, con parecchi spunti sulla gestione delle batterie che potranno interessare tutti. Tanta roba, vero? E allora che aspettate ad abbonarvi o a correre nei migliori negozi ad acquistare Modellismo? Forza!

Edizione Digitale 146

20170306 teaser146

Per quanto è stata povera e desolante la Fiera di Norimberga, tanto è ricco il numero 146 di Modellismo che da oggi è in distribuzione e disponibile nell'area riservata agli abbonati.
Su Norimberga stendiamo un velo piet(r)oso; come abbiamo scritto in questo numero, in futuro la nostra intenzione è quella di seguire l'esempio delle tante aziende che ormai l'hanno abbandonata. Sempre che ancora possa funzionare per alcuni settori merceologici, per quel che riguarda l'aeromodellismo il concetto di “fiera professionale” è ormai superato e irrecuperabile.
Venendo invece ai contenuti della rivista, non saprei da dove cominciare: i magnifici Piaggio P.6 Ter e Grumman Wildcat per la gioia degli amanti delle riproduzioni, il Cobra, il Libelle e tutto quello che occorre sapere sul FES per gli aliantisti, la prima parte di un bell'articolo sulla programmazione della radio per l'acrobazia, addirittura un articolo in due parti sulla realizzazione di un multirotore da record con riflessioni sulle batterie e sulla loro gestione che saranno interessanti e utili per tutti, e poi… Ma che vi dobbiamo dire proprio tutto?
Scopritelo da voi nei migliori negozi di Modellismo oppure abbonandovi!

FAI Vs. EASA

FAIeasa   Il 17 gennaio scorso la CIAM ha emesso un documento riguardante le disposizioni per l'attività aeromodellistica previste nel prototipo di regolamento della Commissione sulle operazioni degli aeromobili a pilotaggio remoto dell'EASA che destano notevoli preoccupazioni per molti membri europei FAI i quali ritengono che le norme proposte non soddisfino affatto le loro esigenze e che potrebbero tradursi in pesanti restrizioni. Allo stesso tempo, la CIAM lavora per includere l'attività di volo sportivo coi droni (come la categoria F3U, ad esempio), che in qualche modo si sovrappone alle attività dei droni professionali che l'EASA vuole regolamentare. Purtroppo, droni e aeromodelli condividono la stessa definizione giuridica (generica e insufficiente) di “velivoli senza pilota” (UA, in Italia APR) il che significa che il regolamento-prototipo finisce per includere anche l'aeromodellismo. D'altro canto EASA riconosce, e l'esperienza lo dimostra, che l'attività aeromodellistica ha un ottimo record di sicurezza. Lo stesso parere è stato espresso anche dal Parlamento europeo (PE) con la seguente dichiarazione:  
 

Leggi tutto: FAI Vs. EASA

Shop

paypal

Seguici

twitterfbytgplus
Questo sito utilizza i "cookie" per migliorarne la navigazione e garantire una corretta visualizzazione di tutte le aree delllo stesso. Chiudendo questo banner il visitatore e/o l'Utente Registrato, acconsente all’uso dei "cookie". Per saperne di più vai alla pagina Informativa sui Cookie - Cookies Policy.