image

Un piccolo, straordinario modello

 

Aerodinamicamente parlando il Gee Bee R2 ha sempre avuto tutte le carte in regola per essere una “carogna”: un’ala dal profilo sottile e costante senza alcuna svergolatura, un muso cortissimo ed un braccio di leva posteriore molto ridotto, una sezione frontale imponente e via di questo passo. Il grande Jimmy Doolittle, che col Gee Bee R2 vinse le National Air Races di Cleveland nel 1932, disse che “volare con quell’aereo era un po’ come cercare di bilanciare una matita sulla punta di un dito”. Con queste premesse, cosa ci si potrebbe aspettare da una minuscola semiriproduzione da 510 mm di apertura alare e del peso di soli 102 grammi? Eppure...

 

Che cos’è l’AS3X?

L'elettronica di questo modello della E-Flite contiene anche una microscopica rivoluzione dal nome apparentemente oscuro: AS3X e forse si fa prima e meglio a dire cosa non è:

- NON è un autopilota.

- NON è un giroscopio piezo.

L’AS3X è un sistema di stabilizzazione basato su MEMS (un giroscopio/accelerometro a tre assi) che non corregge i vostri errori di pilotaggio, ma solo i disturbi  e le perturbazioni esterne. Quello utilizzato sul Gee Bee E Flite lo potete vedere indicato dalla freccia.

Per gli appassionati di elettronica si tratta di un MEMS gyro 3D ITG 3205 della InvenSense del quale in rete, chi lo desidera, può trovare tutte le specifiche tecniche sempicemente "googlandone" la sigla.

 

 

Per chi mastica aeromodellismo da molti anni, quella di Bruno Murari è una figura familiare. Grande campione di F1B (modelli da volo libero ad elastico) il suo palmarès di vittorie e successi internazionali è ricco e prestigioso; un’autentica gloria dell’aeromodellismo sportivo italiano. Ma quello che molti non sanno è che a lui si deve l’invenzione dell’accelerometro, un “gingillino” che dall’airbag, all’iPhone fino agli elicotteri RC ed agli aeromodelli come questo Gee Bee, sta letteralmente rivoluzionando le nostre vite. Il fatto che uno dei più brillanti ricercatori italiani sia anche un aeromodellista non può che riempirci di orgoglio e, per chi non lo conosce, lasciamo che si presenti egli stesso con questo interessantissimo intervento al TEDx di Bologna.

 

 

Ma non finisce qui, perché oltre al test dell'UMX Gee Bee E-Flite, nel numero 118 di Modellismo troverete anche una completa monografia sui leggendari aerei dei Fratelli Granville.  Non perdetela!

 

 



Shop

paypal

Seguici

twitterfbytgplus
Questo sito utilizza i "cookie" per migliorarne la navigazione e garantire una corretta visualizzazione di tutte le aree delllo stesso. Chiudendo questo banner il visitatore e/o l'Utente Registrato, acconsente all’uso dei "cookie". Per saperne di più vai alla pagina Informativa sui Cookie - Cookies Policy.